La carta da parati si conferma come la star della decorazione d’interni anche per l’anno in corso. Perfetta per dare un tocco di stile in soggiorno o nelle camere da letto, la carta da parati viene utilizzata ormai anche in ambienti meno consueti come il bagno o la cucina. Rispetto al passato, oggi si tende a rivestire con la tappezzeria una sola parete o una porzione di muro, ma anche il fondo di nicchie e rientranze, le ante dei mobili, le porte.

In questo articolo vi proponiamo una panoramica degli stili più di tendenza, con qualche consiglio su come utilizzarla.

Contemporary Art Déco

Elegante, raffinato, decorativo, lo stile Art Déco è tornato sulla cresta dell’onda a quasi un secolo dalla sua nascita. I motivi a ventaglio, le code di pavone, le geometrie audaci vengono riproposte in pattern dai colori intensi, impreziositi da tocchi d’oro.

Di grande impatto estetico, le carte da parati in stile Art Déco sono adatte a locali di grandi dimensioni nella zona living. Si consiglia la posa su una parete di fondo il più possibile libera da mobili e da altri elementi, per creare una suggestiva scenografia.

I pattern semplici e di piccole dimensioni sono adatti per rivestire le pareti dell’ingresso, il fondo di nicchie e le ante dei mobili.

Ispirazione tropicale

Foglie, fiori, frutti e animali del variegato mondo dei tropici sono ancora tra i motivi preferiti per la decorazione delle pareti, forse per via del richiamo a una natura rigogliosa e incontaminata. La tappezzeria in stile tropical è adatta a tutti gli ambienti della casa: una soluzione originale potrebbe essere quella di impiegarla nella stanza da bagno, naturalmente scegliendo una carta vinilica adatta per gli ambienti umidi e trattata per essere totalmente impermeabile.

Tutti pazzi per il Giappone

L’attrazione per tutto ciò che viene dal Giappone è sempre presente nel mondo occidentale. Del Giappone amiamo il minimalismo riscaldato dai materiali naturali come il legno, la carta di riso, il bambù; l’organizzazione degli spazi e l’ordine estremo, che hanno reso celebre in tutto il mondo l’esperta di “decluttering” Marie Kondo.

Se anche voi siete tra gli amanti dello stile Giapponese, potete scegliere tra svariati motivi: rami di pesco o di ciliegio con delicati fiorellini, onde stilizzate, pesci e uccelli variopinti. Questi motivi delicati sono perfetti per le camere da letto, soprattutto quelle dei bambini.

Composizioni panoramiche e trompe l’œil

Concludiamo con il top trend del momento: le carte da parati panoramiche e i trompe l’œil.

Le prime riproducono un paesaggio e possono essere delle fotografie o dei dipinti a colori o in bianco e nero. Questo tipo di rivestimento va a ricoprire un’intera parete ed è adatto ad ambienti di grandi dimensioni, solitamente il soggiorno o la camera da letto.

I trompe l’œil invece suggeriscono l’estensione dell’ambiente grazie alla prospettiva, e possono raffigurare un interno, un terrazzo, un giardino d’inverno, per un effetto scenografico assicurato.