Tonalità neutre calde e luminose, tinte desaturate e qualche tocco di colore più deciso e brillante: la palette dei colori di tendenza in questo momento è più varia che mai.

Ecco alcune idee cui ispirarsi:

 

I nuovi neutri

Cominciamo con la palette dei colori neutri, di grande tendenza nel 2019. Rispetto al passato, i nuovi neutri sono proposti in gradazioni più calde e avvolgenti, adatte a creare ambienti riposanti e accoglienti.

Predominano i materiali naturali e le textures grezze, il tutto declinato in colori neutri che abbracciano le palette dei beige, dei grigi e dei bianchi: miele, sabbia, kaki, panna, burro, taupe. Tra i materiali, grande risalto al legno naturale, sia chiaro che scuro, alle fibre vegetali, al cuoio, alla pietra grezza.

Gli accostamenti consigliati non si discostano dalle scelte che caratterizzano questa palette, orientata al contatto con la natura e a uno stile di vita ispirato alla filosofia “slow life”. Si può optare per un interno tono su tono, oppure si può aggiungere un po’ di contrasto con tocchi di colore in tinte più decise, come le terrecotte, il cioccolato, il verde oliva, il rosa antico, il ruggine, il rosa corallo chiaro.

Corallo, il colore dell’anno secondo Pantone

E a proposito di rosa corallo, non si può tralasciare il colore dell’anno scelto dal Pantone Color Institute, riconosciuta autorità mondiale nel campo del colore.

Living Coral è un colore brillante ma tenue allo stesso tempo, a metà strada tra il rosa e l’arancione, e riscaldato da note dorate. Questo colore mette tutti d’accordo e miete consensi sia nel campo dell’interior design che in quello della moda.

Come ho accennato sopra, Living Coral si inserisce perfettamente nella palette dei neutri, si sposa a meraviglia con i dettagli dorati, il verde salvia, il nero, il blu e con tutti i toni del rosa, per una palette tono su tono di grande raffinatezza.

Un giallo dal sapore speziato

Come un raggio di sole nel mezzo dell’inverno, il giallo irrompe nella decorazione d’interni, ma attenzione: le nuance da privilegiare hanno un sapore speziato.

Tonalità giallo senape, curry, curcuma, zafferano, rivestono soprattutto le sedute, vengono esaltate dal velluto, riscaldano i blu, i grigi e i bianchi. Il giallo di queste gradazioni è caldo e vibrante, ma va usato con parsimonia, come tutte le cose preziose.

L’evoluzione del verde

Che dire dei colori freddi? Il verde e il blu sembrano un po’ defilati in questo scorcio di 2019, dopo un paio d’anni di incontrastato dominio.

Il verde si ripropone quest’anno in una palette ispirata ai colori della natura, in accordo con la filosofia “green” e da integrare nella gamma dei neutri: il verde oliva, il verde salvia, il verde scuro e intenso delle foreste e il verde celadon, che richiama le acque trasparenti dei tropici.

Il Blue Klein

Per concludere, non dimentichiamo il variegato mondo dei blu. Il blu è stato scelto come colore dell’anno dall’azienda di vernici Behr, in una variante desaturata tendente al grigio. La versione più brillante in assoluto e molto amata da architetti e designer è il Blu Klein: brevettato negli anni ’50 dall’artista francese Yves Klein, è simile al blu elettrico, ma più profondo e con vibrazioni violette. E’ un colore dall’allure ultraterrena e fantascientifica, intenso e accattivante.

Vista la sua spiccata personalità, va usato a piccole dosi, per mobili e complementi, stampe e tessuti, mentre è sconsigliato per le pareti.