Se avete intenzione di rinnovare la vostra casa nei prossimi mesi, vi troverete inevitabilmente alle prese con la scelta dei colori. Magari siete indecisi tra diverse tinte, oppure avete dei dubbi sull’effetto che un colore può creare in una stanza.Ecco che un valido aiuto può arrivare dalle tendenze che riguardano le palette per la decorazione d’interni. Vediamo quali sono i colori tendenza nel 2020 e quali sono gli accostamenti consigliati.

Il blu, colore dell’anno 2020

Cominciamo dal colore dell’anno che, secondo l’Istituto Pantone e l’azienda produttrice di vernici Sherwin-Williams, è il blu. Dal baby blue dalla gradazione pastello fino all’intenso e profondo Blue Navy, questo colore è un classico che si può declinare in tutti gli stili senza paura di sbagliare. Riposante, rassicurante, versatile ed elegante, il blu può riempire un’intera parete del soggiorno, creando una scenografica quinta. Oppure può essere utilizzato in camera da letto, in bagno o nei disimpegni per creare un sorprendente “effetto scatola”, ovvero con tutte le pareti in blu, soffitto compreso.Se non ve la sentite di osare il blu sui muri di casa, allora inserite dei pezzi che facciano da richiamo raffinato nella stanza: cuscini, tendaggi, divani o poltrone, una raccolta di oggetti. Il blu si accosta bene con i legni caldi, gli arancioni, le ocre e la terracotta, ma anche con i grigi, i bianchi “sporchi” e il nero.

Color Champagne per interni spumeggianti

I colori neutri sono sulla cresta dell’onda da molti anni, e sono perfetti per chi ama una certa sobrietà negli interni. Nel 2020 continua il declino del grigio a favore dei beige, più caldi e avvolgenti. Tra questi, spicca il color Champagne, una tinta ricercata per interni eleganti e spumeggianti, grazie alla presenza di riflessi oro e argento. Una scelta di classe vede lo Champagne come base ideale per interni tono su tono, caratterizzati dalla presenza di arredi e complementi in materiali naturali come il legno, le fibre vegetali, il cuoio e i tessuti come lino, lana e cotone. Per chi invece preferisce i contrasti cromatici, lo Champagne dialoga alla perfezione con il blu, il nero, il marrone scuro, il verde, e anche con viola e bordeaux.

Il verde sempre al top

E’ proprio vero: questo colore non manca mai tra i top five dei colori di tendenza. Proposto in diverse versioni negli ultimi anni, dal verde foresta intenso e misterioso al desaturato verde salvia, nel 2020 si presenta nella veste brillante e luminosa del verde menta. Un colore fresco e vibrante, adatto ad ambienti giovani, soprattutto se accostato a tinte vivaci come l’arancione Cantaloupe o il Cassis -un viola lampone-.

Una versione un po’ più spenta è proposta dal Global Aesthetic Center di AkzoNobel come colore dell’anno. Il suo nome è Tranquil Dawn, ed in effetti questo colore, che è un mix tra grigio, blu e verde, infonde calma, tranquillità ed equilibrio. Potete usarlo in combinazione con altri colori pastello o con tinte giovani e pop, oppure come contrappunto in ambienti dominati dal blu navy, insieme al tenero baby blue, per una combinazione originale e di tendenza.

Il ritorno del rosa

Ossessione di un’intera generazione, il Millenial pink da un paio d’anni è stato messo da parte, ma non del tutto. A ben vedere, lo abbiamo visto spesso come colore comprimario negli accostamenti o modificato in gradazioni tendenti all’arancione o al viola. Anche se difficilmente rivedremo ambienti arredati in “total pink” come in passato, non è da escludere un ritorno di fiamma per gli amanti irriducibili del rosa. Basta dare un’occhiata al catalogo di Bejamin Moore per scoprire che il colore dell’anno, per l’azienda produttrice di vernici, è proprio il rosa. Si tratta di un rosa pallido e desaturato, che viene proposto come alternativa al bianco o al beige, per dipingere intere pareti. Gli accostamenti proposti, per ottenere un perfetto equilibrio cromatico, sono con un rosa più saturo e un marrone scuro freddo, oppure con un nocciola affiancato dal classico greige.