Forse non ci avete mai pensato, ma anche l’aria di casa può essere inquinata: le vernici che rivestono le pareti, i collanti contenuti nei mobili, i residui dei prodotti di pulizia, i batteri che si annidano nei tappeti, sono tutti elementi che rilasciano nell’aria sostanze irritanti o, in alcuni casi, tossiche.

Una soluzione potrebbe essere quella di disporre in ogni ambiente delle piante da appartamento: oltre a essere belle e decorative, le piante possono essere le nostre migliori alleate contro l’inquinamento domestico.

Secondo uno studio condotto dalla NASA, infatti, alcuni esemplari sono in grado di neutralizzare sostanze dannose per l’organismo, come la formaldeide, il tricloroetilene e il benzene, solo per citarne alcune.

Ecco una carrellata delle piante con proprietà depuranti più adatte ad essere coltivate in casa:

Sansevieria trifasciata laurentii, o lingua di suocera: è la pianta anti-inquinamento per eccellenza. La Sansevieria appartiene alla famiglia delle succulente ed è formata da lunghe foglie erette e screziate; è una pianta dalle esigenze minime, visto che necessita di poca acqua e raramente viene attaccata da parassiti. Durante la notte filtra le sostanze tossiche presenti nell’aria e converte l’anidride carbonica in ossigeno.

Spathiphyllum ‘Mauna Loa’: pianta dal portamento elegante, con foglie lanceolate verde scuro, oltre a purificare l’aria da formaldeide, benzene e tricloroetilene, emette un delicato profumo nel periodo della fioritura.

Epipremnum Aureum o Potos: è un rampicante sempreverde molto resistente e rigoglioso: è molto decorativo, soprattutto se posizionato in vasi sospesi. E’ particolarmente efficace per neutralizzare il benzene e il monossido di carbonio.

Felce Bostoniensis o felce rustica: ha la proprietà di rimuovere la formaldeide. E’ una pianta dal portamento elegante che predilige gli ambienti umidi e poco luminosi, quindi è perfetta per la stanza da bagno, soprattutto se collocati in vasi sospesi.

Philodendron: è una famiglia di piante rampicanti sempreverdi di origine tropicale. Tra le numerose varietà, lo Scadens Oxycardium, il Philodendrum Domesticus e il Philodendrum Selloum hanno la straordinaria capacità di eliminare la formaldeide presente nell’aria in sole 24 ore.

Ficus Benjamina: è una pianta dal fusto legnoso, con rami sottili e abbondanti foglie ovali di un bel verde brillante. Può raggiungere dimensioni notevoli ed è molto utile per eliminare le sostanze nocive emesse da mobili e tappeti.

Dracene, o tronchetti della felicità: sono piante di origine tropicale formate da fusti legnosi da cui partono ciuffi di foglie verdi sottili e lanceolate. Sono particolarmente utili per neutralizzare il tricloroetilene, ma fate attenzione a scegliere la varietà giusta tra le molte presenti in commercio: quelle adatte sono la Janet Craig, la Deremensis Warneckei e la Dracaena marginata.

Queste sono solo alcune delle piante adatte a purificare l’aria di casa: la lista non è certamente esaustiva, ma ora, quando deciderete di acquistare una pianta da appartamento, oltre a informarvi sugli accorgimenti per mantenerla sana e rigogliosa, verificate che sia anche utile per rendere più sana l’aria che respirate in casa vostra.