Tutti desiderano una casa inondata di luce naturale, ma spesso questa invidiabile condizione è resa impossibile da diversi fattori.

Finestre troppo piccole, esposizione del locale a nord, posizione ai piani bassi, ostacoli collocati proprio davanti alle finestre: questi sono solo alcuni dei motivi per cui la propria casa, o una stanza in particolare, non ricevono la giusta dose di luce naturale.

Per risolvere il problema, si possono adottare alcuni accorgimenti.

  • Usare colori chiari
  • Una delle principali proprietà dei colori è quella di riflettere o di assorbire la luce. Il bianco, per esempio, riflette circa l’80% della luce, percentuale che scende a mano mano che il colore diventa più saturo. E’ dunque importante scegliere colori chiari per la decorazione dell’ambiente che vogliamo rendere più luminoso.Tinteggiate le pareti di bianco, oppure con colori pastello o neutri, secondo i vostri gusti. Scegliete un pavimento chiaro, oppure, in alternativa, disponete un grande tappeto dai colori chiari e naturali.Anche per quanto riguarda i mobili vale la stessa regola: se si tratta di mobili in legno, privilegiate le essenze chiare, come l’abete, l’acero, la betulla. Per i mobili laccati o rivestiti di laminato, la scelta può variare dal bianco al grigio chiaro, dai toni naturali ai colori pastello.Se non volete rinunciare a tocchi di colore più intenso, potete giocare con i complementi e i soprammobili, oppure con tessuti dai colori vivaci.

 

  • Via libera alle superfici riflettenti e trasparenti
  • Un altro stratagemma molto efficace per rendere più luminoso un ambiente è quello di usare superfici riflettenti e trasparenti.Potete posizionare degli specchi, che contribuiscono anche ad allargare lo spazio, e scegliere finiture lucide per mobili e rivestimenti, come le piastrelle per il bagno o la cucina. In questo caso, se la superficie non è troppo estesa, si possono adottare colori più intensi.In camera da letto, per esempio, può essere di grande aiuto dotare l’armadio di ante specchianti, mentre un ingresso poco luminoso può essere rischiarato da un grande specchio collocato su una delle pareti.Tra gli oggetti trasparenti la scelta non manca: tavoli con il piano in cristallo, sedute di design in plexiglass e contenitori in plastica sono grandi alleati per moltiplicare la luce.
  1. Alleggerire le paretiLe pareti costituiscono un ostacolo al passaggio della luce. Una soluzione potrebbe essere quella di sostituire alcune pareti con una struttura “passante” o con una vetrata. Le pareti che dividono cucina e soggiorno, oppure lo studio e l’ingresso, possono essere ripensate costruendo una libreria passante su misura in cartongesso, oppure una vetrata con telaio in legno o ferro battuto appoggiata su una base attrezzata.Questa soluzione permette di far circolare la luce naturale tra le stanze e di illuminare anche gli angoli più bui, come per esempio un corridoio o un vestibolo ciechi.
.
  • Utilizzare la luce artificiale
  1. Integrare la luce naturale con quella artificiale può essere una soluzione per illuminare un ambiente poco luminoso.Evitate la luce centrale a soffitto in favore di diverse fonti collocate in punti strategici.Per l’illuminazione generale, scegliete una lampada da terra e sistematela vicino ad una parete: in questo modo la luce si rifletterà sulla parete, fornendo una buona illuminazione diffusa.Anche le strisce LED, di grande tendenza, contribuiscono ad aumentare l’illuminazione generale: collocate intorno al perimetro del soffitto, all’interno di nicchie o lungo il profilo della libreria, creano un’atmosfera scenografica e confortevole. Completate con lampade da tavolo o lampadari a soffitto per illuminare a spot dove necessario, per esempio sopra il tavolo da pranzo, accanto al divano o sulla scrivania.