Oggi come oggi, pochissimi cani vivono all’aperto. Come membri della famiglia, i nostri cani sono sempre al nostro fianco: dormono sul divano, mangiano in cucina e qualche volta dormono nel nostro letto. Quali razze canine si adattano al meglio a questo tipo di vita?

Tutti i cani possono vivere in appartamento?

Sentiamo spesso dire:” Non posso adottare un cane, perché vivo in appartamento, non sarebbe felice.” Questa è una credenza molto diffusa, e sicuramente basata su buone intenzioni – ma è realistica? Per la verità, la risposta è no. È vero che i cani hanno vissuto all’aperto per secoli, ma è anche vero che si sono adattati al nostro stile di vita cittadino: oggi, la maggioranza dei cani vive in appartamento, e ci vive bene!

Un’altra cosa che sentiamo dire spesso, è che solo i cani di taglia piccola possano vivere in appartamento. Questa è un’altra leggenda metropolitana. I cani di taglia piccola, che occupano e necessitano di meno spazio, sono sicuramente in grado di adattarsi più velocemente ad un ambiente ridotto. È anche vero, però, che tutti i tipi di cane possono adattarsi altrettanto bene, se si riesce ad andare incontro alle loro necessità ed abituarli fin da piccoli (naturalmente, traslocare da una casa di campagna ad un bilocale in centro città, sarà sempre complicato!).

La vera domanda da farci non è “di quanto spazio avrà bisogno il mio cane?”, bensì “quanto tempo trascorrerà il mio cane all’interno di questo spazio?”. Non è quindi tanto una questione di spazio, ma più di tempo. Infatti, tutti i cani hanno bisogno di socializzare, di essere stimolati fisicamente ed intellettualmente. Se trascorrono le giornate aspettando che il padrone rientri, tutti questi stimoli mancano e i cani possono soffrire, anche se dovessero vivere in spazi più grandi o all’aperto. Ecco perché, prima di decidere verso quale razza canina orientarsi, è essenziale chiedersi quanto tempo il nostro cane trascorrerà da solo a casa, e quanto possiamo gliene possiamo invece dedicare per soddisfare le sue esigenze e necessità.

Che razza canina prediligere, se il cane dovrà restare a casa da solo tutto il giorno?

Che si tratti di un appartamento o di una casa, anche se c’è un accesso ad un giardino, un cane non può essere lasciato solo per più di otto ore al giorno, e questo è davvero il limite massimo. Se lavori full time, e sai già che il tuo cane resterà solo per tutto il giorno, cerca di preferire una razza canina che abbia un’indole indipendente e soffra meno la solitudine, come per esempio: Chow-Chow, Corgi, Lhasa Apso, Pechinese. In ogni caso, dovrai abituare fin da subito il tuo cane a restare da solo per lunghi periodi di tempo.

Quali razze canine sono più adatte per le persone anziane?

Per anziani e/o persone con stile di vita molto sedentario, i cani di taglia piccola e meno attivi per indole, sono la scelta migliore: Spaniel Tibetano, King Charles Cavalier Spaniel, Maltese Bichon oppure Yorkshire Terrier.

Quali razze canine sono più adatte per i bambini?

Quasi tutti i cani vanno molto d’accordo con i bambini, finché questi ultimi non siano troppo fastidiosi. French Bulldog, Carlino e Westie sono i migliori amici dei più piccoli! Se invece preferite un cane di taglia più grande, le razze più adatte ai bambini sono Golden Retriever e Pastori del Bernese.

Quali razze canine sono adatte a fare viaggi frequenti?

Se hai uno stile di vita molto attivo, sei spesso fuori casa e vuoi portare il tuo amico a quattro zampe ovunque tu vada, scegli un cane di taglia più piccola: Chihuahua, Yorkshire Terrier, Continental Spaniel Nano.

Quali razze canine sono adatte ad uno stile di vita molto attivo?

Se il tuo cane vive in appartamento, ma vuoi che ti accompagni a fare attività all’aperto (lunghe passeggiate, giochi, sport…), scegli una razza più energica: Jack Russel, Shetland Sheepdog, Brittany Spaniel.

Quali razze canine non provocano danni?

Quando adotti un cane, è normale avere paura che diventi dispettoso e danneggi la tua casa. Se non lo intratterrai a sufficienza, è più probabile che causi danni. Per evitarlo (anche se non c’è modo di garantirlo), la cosa migliore è scegliere un cane tranquillo, che necessiti di meno stimoli rispetto a razze come Husky, Malinois, Pastore Australiano o Border Collie (razze particolarmente attive). Tra le tipologie di cani più tranquille, ricordiamo, tra le altre, il Pechinese, il King Charles Cavalier Spaniel, il Maltese Bichon, il Chow-Chow e il Pastore del Bernese.

Inoltre, nella “scala” dei possibili danni, considera un fatto molto semplice: più piccolo il cane, inferiore il danno. Ad esempio, se un Pinscher sgranocchiasse le gambe del tavolo, sarebbe comunque meno dannoso rispetto ad un Labrador… lo stesso dicasi per eventuali pipì lasciate nel posto sbagliato!

In ogni caso, se il tuo cane ha la tendenza a distruggere tutto, ci sono altre soluzioni: assicurarti di lasciare più cose possibile fuori portata (vestiti, sacchetti della spazzatura pieni, ecc.), tieni il tuo cane all’interno di una stanza più ampia possibile, insieme ai suoi giocattoli, oppure portalo da uno specialista comportamentale. Questi veterinari specializzati sono le persone più indicate per aiutarti a risolvere il problema.

L’ultimo punto che devi considerare è il pelo del cane: le razze a pelo lungo, come i Collies, che potrebbero scrollarsi il fango di dosso nel tuo salotto, saranno sicuramente più esigenti in termini di cura, rispetto alle razze a pelo corto, come i levrieri spagnoli.

Qualsiasi decisione tu prenda, ricordati: avere un cane ed una casa immacolata nello stesso momento, sono due sogni incompatibili!